Cairo Medievale è un appuntamento che permette di fare un meraviglioso viaggio indietro nel tempo per immergersi in serate affascinanti, coinvolgenti e piene di magia. Ma non solo.

Accanto al tema scelto con cura di edizione in edizione, esistono diverse iniziative ed attività che regalano alla manifestazione quel valore aggiunto che la rende unica e la consacra ad appuntamento imperdibile.

Questo valore aggiunto è sicuramente dato da “Le rive della Bormida” che ha messo adisposizione la propria passione e quanti essa sa creare per regalare al pubblico due mostre davvero interessanti.

La prima mostra, realizzata in collaborazione con l’associazione fotografica cairese ZeroIso, si intitola “Reprise… te lo faccio vedere chi sono io”: una mostra a tema musicale dove sono statiimmortalati gli artisti cairesi degli anni passati, insieme ad una vasta sezione dedicata al Premio Tenco e dove si può ammirare una rivisitazione tutta cairese di 18 copertine di Long Play, più o meno famose ma sicuramente molto particolari. Una mostra dove molta attenzione e molto spazio è stato dedicato, giustamente, al grande Mario Panseri.

La seconda mostra, invece, porta il nome “Trasformazioni urbane”: un’installazione dove sarà possibile ammirare diverse immagini di Cairo di diversi anni fa, una documentazione fotografica ricca di ricordi e dove si potrà addirittura ritrovare istantanee del Palio che ebbe luogo 50 anni fa.

Il pubblico potrà visitare queste mostre presso l’istituto tecnico “Galileo Ferraris”, in via Salvator Allende 2 tutti i giorni della Festa, dal 5 al 10 Agosto, dalle 21 alle 23